Sonno e allattamento notturno

Se il mio bambino vuole poppare di notte, vuol dire che il mio latte non gli basta?

Il latte materno è estremamente digeribile, dopo circa due ore dalla poppata nel pancino non ce n'è più. Considera che di giorno, come di notte, il tuo bimbo richiederà il seno più o meno con la stessa frequenza. E' normale quindi che voglia poppare di notte, non ti sentire inadeguata per questo, considera invece l'allattare di notte come una conferma del fatto che sei una mamma attenta nel riconosce e rispondere ai bisogni di tuo figlio e che lui è una persona consapevole e reattiva!
Le richieste notturne di latte da parte del bambino sono perfettamente fisiologiche, tieni  presente che i neonati hanno cicli di sonno-veglia molto più brevi rispetto agli adulti  (quindi risvegli più frequenti), arriveranno gradualmente ad essere simili a quelli dell'adulto intorno ai tre anni.  Il bambino ha inoltre periodi di sonno REM (un sonno leggero, vigile e preziosissimo per lo sviluppo del loro cervello) molto più lunghi rispetto all'adulto, durante i quali essi avvertono sensibilmente tutti gli stimoli, compresa la fame e il bisogno di rassicurazione e di accudimento.

L'offerta del seno è la risposta fisiologica a questi bisogni e, con un po' di creatività da parte del resto della famiglia, spesso anche la più rilassante e dolce.

 

 

Rita Perduca 

IBCLC - Pavia

389 4510536 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Donazioni

allattamento

Sostieni la nostra associazione con una donazione: - DEUTSCHE BANK - IBAN : IT52U0310402001000000822381 

Il nostro Blog

Aismel

aismel

Le consulenti di Allattamento IBCLC collaborano con AISMEL